18 luglio 2014

Chi ben comincia #5: La lunga marcia (King)

"La lunga marcia" di Stephen King
Il romanzo è stato pubblicato con
lo pseudonimo di R. Bachman


Ieri sera ho iniziato a leggere "La lunga marcia" di Stephen King, gentilmente prestatomi da mia sorella :) sono rimasta sveglia fino alle 2 del mattino per continuare con la lettura, cosa che con ogni probabilità farò anche questa sera.

Un gruppo di ragazzi deve percorrere una marcia senza soste a partire dai confini del Canada sino a Boston. Fermarsi per riposare è fuori questione, le regole sono ferree ed implacabili: se vuoi vivere ti conviene continuare a macinare chilometri, diversamente verrai abbattuto. Letteralmente. Un vero e proprio incubo on the road, come è stato definito. Pur essendo solo al termine della prima parte mi sento di consigliarvelo, se poi avete già fatto la conoscenza del maestro dell'horror, bhe, non potete non partecipare alla lunga marcia :)

"La lunga marcia" di Stephen King
Stephen King
L'incipit di oggi:

"Una vecchia Ford azzurra entrò quella mattina nel parcheggio sorvegliato: pareva un cagnetto stanco dopo una lunga corsa. Una guardia, un giovane inespressivo in uniforme cachi e cinturone, chiese il documento d'identità in plastica azzurra.
Dal sedile posteriore della macchina, il ragazzo lo passò alla madre. La madre lo passò alla guardia. La guardia lo portò a un terminale di computer che sembrava strano e fuori posto nel silenzio della campagna. Il terminale ingoiò il documento e proiettò sullo schermo:

GARRATY RAYMOND DAVIS
RD 1 POWNAL MAINE
ANDROSGOGGIN COUNTY
ID NUMBER 49-801-89
OK-OK-OK

La guardia premette un aaltro tasto e la scritta sparì, lasciando lo schermo del terminale verde e opaco. Con il braccio fece cenno ai due di proseguire."

Garraty è ovviamente uno dei protagonisti, un ragazzino sedicenne che -almeno per il momento- non si sa come mai abbia deciso di prendere parte a questa roulette russa. Ben presto farà la conoscenza degli altri partecipanti, un'oretta scarsa per ambientarsi e poi via, verso un destino tanto incerto quanto minaccioso.

5 commenti:

  1. Oh, com'è che questo libro di King non l'ho mai considerato?? La trama mi sembra avvincente e il fatto che ti tenga sveglia per leggerlo è un ottimo indizio di "libro imperdibile"... Lo cercherò al mercatino dell'usato di fiducia, hanno sempre un sacco di libri di Stephen King ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è male, ma il finale mi ha lasciata con l'amaro in bocca, quasi non sapesse più cosa scrivere :(

      Elimina
  2. Oh oh mai sentito questo libro di King 0.0 devo recuperarlo assolutamente dalla trama mi parè fantastico *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io lo conoscevo, lo ha acquistato mia sorella ^_^

      Elimina
  3. E' stato il mio primo King, che nostalgia!!
    L'ho adorato, mi ha dato incubi per settimane, un'angoscia e una tristezza indicibili... il mio rapporto col RE non poteva cominciare meglio!!

    RispondiElimina

Per favore lascia un commento :) In alternativa puoi contattarmi via e-mail Grazie!

Ti va di interagire?


Diventa follower!

Seguimi su Facebook

Archivio del blog

Blogroll

Dove acquisto?

Ultimi commenti



I visitatori