13 aprile 2014

Mi sono incartata #1

Carissimi,

Purtroppo è giunto il momento di inaugurare la rubrica Mi sono incartata. Non avrei mai voluto aprirla, ma per il momento sono costretta a farvi rientrare la bellezza di un romanzo ed una serie di racconti che vi avevo presentato poco tempo fa in questo articolo.

Rajesh Parameswaran avrà anche ottenuto numerosi riconoscimenti, è considerato una nuova promessa della letteratura indio-americana, ma il suo Storie d'amore che finiscono male o malissimo non mi ha proprio convinta. Ho letto più della metà di questi racconti, ma per il momento ho dovuto abbandonare il tutto perchè mi stavo annoiando a morte. E' davvero un peccato e mi è dispiaciuto perchè il libro era partito con il piede giusto, conquistandomi sin dalle primissime pagine. Alcuni racconti sono carini e li ho apprezzati molto, ma altri sono del tutto insipidi, inutilmente tirati per le lunghe o addirittura incomprensibili.

Filo conduttore del romanzo dovrebbe essere l'amore in tutte le sue forme, ma in alcuni racconti non sono riuscita a scorgerlo ed ho addirittura faticato a comprendere la trama. Qualcuno mi sa spiegare il significato del ragazzo che traccia strani segni sulle pareti della piccola stazione ferroviaria in cui trova lavoro? o l'autore è criptico, oppure io sono davvero molto lenta (ed anche questa è una possibilità che non escludo eheh).

Insomma, Rajesh Parameswaran e la sua opera d'esordio rientra a pieno titolo nella categoria dei libri che almeno per il momento metto on hiatus. Lo riprenderò sicuramente, ma non adesso.

Il secondo romanzo è, con mio sommo dispiacere, Communion di Whitley Strieber. Lo aspettavo, lo volevo, lo desideravo e lo cercavo disperatamente in quanto vecchio e difficile da reperire. Ho avuto fortuna e sono riuscita a mettere le mani su una prima edizione Rizzoli, ma dopo i primi capitoli...ay ay ay ayyy mi sono incartata! L'autore è inutilmente prolisso, le divagazioni non si contano così come le numerose congetture in merito ai presunti incontri con presunti esseri provenienti da presunte altre dimensioni. Non riesco a portare a termine questa lettura, l'ho inserita on hiatus da mesi ed è li che è rimasta, almeno per ora. Sono davvero, davvero delusa.

E voi avete qualche libro la cui lettura proprio non riuscite a portare a termine? come mai? :)

6 commenti:

  1. E' sempre brutto quando non si riesce a portare a termine un libro, ti lascia un senso di insoddisfazione enorme! Io di solito mi sforzo, ma solo perché sinceramente so che direi "lo riprendo dopo" e poi non lo farei mai...e poi mi dispiace da morire non finirlo, mi da proprio fastidio! Però a volte alcuni libri sono davvero duri da buttar giù :S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! Infatti sto cercando di impegnarmi e di finire almeno Wool di Howey, anche se mi fa venire l'orticaria XD pensa che la trama e la copertina mi attiravano così tanto da aver quasi acquistato anche il seguito prima di iniziare a leggere il primo volume O_O

      Elimina
  2. XDD Le gif mi hanno fatto morire!
    Io invece mi sono incartata con la serie di racconti brevi di fantascienza, non perché siano brutti o noiosi, anzi...
    Ma prima di tutto perché, il volume è così vecchio che ogni volta che lo prendo fra le mani mi perde pezzi >.<
    Secondo perché è vero che una volta ingranato il racconto mi piace anche, ma tutto sta ad iniziarlo e probabilmente la fantascienza non è il genere che più mi attira.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò, nemmeno io sono attratta dalla fantascienza...
      però mi piacciono i libri vissuti, a patto che non si smontino mentre li sto leggendo. Lo scorso mese ho letto "Fausto e Anna" di Cassola in una vecchissima edizione di mia mamma...perdeva pezzi, le pagine si staccavano e si è smontato in tre malloppi di pagine scollate XD una traGGedia >_<

      Elimina
  3. Io non sono mai riuscita a finire Terra! di Stefano Benni e mi dispiace molto perché me ne avevano parlato in termini davvero entusiastici...
    Stessa cosa per Siddharta di Herman Hesse, dopo tre pagine intere in cui parlava solo del fiume ho deciso che non eravamo per niente compatibili!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? ho sempre sentito parlare bene di Siddharta...e lo avevo, ma sono quasi sicura me lo abbiano rubato a scuola -.-

      Elimina

Per favore lascia un commento :) In alternativa puoi contattarmi via e-mail Grazie!

Ti va di interagire?


Diventa follower!

Seguimi su Facebook

Archivio del blog

Blogroll

Dove acquisto?

Ultimi commenti



I visitatori