20 febbraio 2014

Chi non muore si rivede

Buonasera a tutti :)

Sono ancora viva, nel caso ve lo foste chiesti :) in questi ultimi giorni ho trascurato il blog e me ne scuso, riprenderò a breve quindi non preoccupatevi. Il motivo della mia assenza è uno ed uno soltanto: ho bisogno di cambiare.

Gestisco questo blog da oltre un anno e ne sono felice, in tutta la mia vita non avevo mai portato avanti un progetto così a lungo. Purtroppo però ho deciso di apportare delle modifiche e di rendere questo spazio più personale, un luogo in cui effettivamente discutere di libri senza dovermi preoccupare di gestire rubriche a scadenza fissa, comunicare le ultime uscite, pubblicizzare autori ed iniziative varie. Mi rendo conto che alla fine anche Il profumo delle pagine stampate è diventato l'ennesima copia dell'ennesimo blog dedicato alla lettura: Lunedì la rubrica "Chi ben comincia", Martedì tocca al "Teaser Tuesday", Mercoledì si prosegue con il Www Wednesday, senza dimenticare il Weekly Recap e svariate altre rubriche tutte uguali. La cosa non mi piace, i blog letterari sono tutti uguali.

Gestire un blog dedicato ai libri significa anche leggere i libri più in voga del momento, in modo da "attrarre" visitatori e poter instaurare un dialogo. Molto spesso mi sono chiesta come mai il mio blog faccia fatica a racimolare follower e commenti regolari, ma la risposta è una ed una soltanto: io non leggo i romanzi che vedo recensiti nel 90% dei blog. Confesso che ci ho provato più di una volta, ma i risultati si sono visti. Ho sentito osannare la saga di Shadowhunters, ma dopo il primo volume mi sono rifiutata di proseguire perchè trovo che Cassandra Clare scriva con i piedi e senza rileggere i suoi manoscritti. Mi sono fidata ed ho acquistato I segreti di Coldtown, un romanzetto insulso, prevedibile, con una trama quasi inesistente e personaggi antipaticissimi. Ho proseguito con La camera di sangue, ma lo sto leggendo davanti alla televisione (!!!!) perchè mi concilia il sonno oltre a stimolarmi gli istinti omicidi più profondi.

Visito decine e decine di blog, eppure i romanzi recensiti sono sempre e solo gli stessi. Ora è il momento della Armentrout a quanto pare. Onyx, Onyx, Onyx e Onyx. Ho letto la trama ma, mi dispiace, non posso affrontare l'ennesima ciofeca.

Non odiatemi, del resto il nuovo scopo di questo blog è proprio quello di potermi esprimere liberamente, senza mettere paletti. Per tutto il 2013 mi sono trattenuta dal lasciarmi andare per paura delle reazioni altrui, ma voglio essere libera di esprimermi, non chiedo molto. Certo, ognuno è liberissimo di leggere quello che più gli aggrada, io stessa mi concedo anche letture leggere (ho appena terminato "L'amore è un difetto meraviglioso"), ma non riesco a digerire i romanzi che più spopolano sulla rete. Vampiri innamorati, alieni fighi, mocciose con gli ormoni in subbuglio, ragazzine piene di problemi salvate da tizi ricoperti di scarabocchi, fighissimi anche loro. Non mi piacciono le storie gotiche, detesto i vampiri gentiluomini-brillantinati-vegetariani-cascamorti, aborro lo urban fantasy, il paranormal romance e qualsiasi romanzo sia dotato di copertine con fusti mezzi-uomini muscolosi e sguardo sensuale. Basta.

Da oggi recensirò solo ed unicamente libri scelti da me, senza sperimentare con le ultime uscite e le top 10. Non mi importa se perderò follower o rimarrò ferma al numero attuale, voglio che questo spazio sia esattamente quello che doveva essere a Gennaio dello scorso anno. Uno spazio personale.

A questo proposito, NON accetterò più nemmeno libri da parte di scrittori esordienti. La lettura deve essere un piacere, ma leggere libri che non sopporto o che non incontrano i miei gusti finisce solo per essere tedioso. E' successo spesso che trovassi stressante il dover leggere opere che mi erano state inviate da autori esordienti, ho sbuffato e mi sono ridotta a provare rabbia perchè toglievo tempo ad altri autori. Oltretutto, giudicare negativamente queste opere mi ha sempre fatta sentire colpevole, così ho deciso di dire basta. Accetterò eventuali libri da parte di case editrici, purchè siano in linea con i miei interessi letterari (ad esempio, non accetterò mai uno urban fantasy, romanzi che oltretutto ritengo più adatti ad un pubblico adolescenziale). Inoltre, accetterò solo romanzi di autori stranieri perchè, fatta eccezione per i classici, mal sopporto i romanzi italiani.

Infine, come avrete notato sono rimasta la sola a gestire questo blog. Purtroppo la mia Co-Admin si è rivelata essere una persona che "è meglio perdere che trovare" (per non dire di peggio, ma sorvoliamo) ed ho preferito tranciare ogni legame con persone simili. Mia sorella è ancora iscritta quale amministratore, probabilmente pubblicherà qualche articolo in futuro, ma in linea di massima ora ci sono soltanto io.

E la cosa mi va benissimo.

Grazie per l'attenzione e buon proseguimento :)

0 commenti:

Posta un commento

Per favore lascia un commento :) In alternativa puoi contattarmi via e-mail Grazie!

Ti va di interagire?


Diventa follower!

Seguimi su Facebook

Archivio del blog

Blogroll

Dove acquisto?

Ultimi commenti



I visitatori