17 giugno 2013

Recensione: Il Circo Della Notte (Erin Morgenstern)


Titolo: Il Circo della Notte
Titolo originale:  The Night Circus
Autore:  Erin Morgenstern
Casa editrice: Rizzoli
Pagine: 460


Il mio voto:


Appare così, senza preavviso. La notizia si diffonde in un lampo, e una folla impaziente già si assiepa davanti ai cancelli, sotto l'insegna in bianco e nero che dice: "Le Cirque des Rèves. Apre al crepuscolo, chiude all'aurora". È il circo dei sogni, il luogo dove realtà e illusione si fondono e l'umana fantasia dispiega l'infinito ventaglio delle sue possibilità. Un esercito di appassionati lo insegue dovunque per ammirare le sue straordinarie attrazioni: acrobati volanti, contorsioniste, l'albero dei desideri, il giardino di ghiaccio,.. Ma dietro le quinte di questo spettacolo senza precedenti, due misteriosi rivali ingaggiano la loro partita finale, una magica sfida tra due giovani allievi scelti e addestrati all'unico scopo di dimostrare una volta per tutte l'inferiorità dell'avversario. Contro ogni attesa e contro ogni regola, i due giovani si scoprono attratti l'uno dall'altra: l'amore di Marco e Celia è una corrente elettrica che minaccia di travolgere persino il destino, e di distruggere il delicato equilibrio di forze a cui il circo deve la sua stessa esistenza


La mia opinione

Lo amo. Amo questo libro, amo lo stile dell'autrice e vorrei tanto averlo scritto io. In quest'epoca post vittoriana, tra la fine dell'800 e i primissimi anni del '900 la storia si svolge lenta e inesorabile. Ogni azione dei protagonisti avrà ripercussioni sul futuro di tutti, una sfida fino alla morte di una rivalità antica che l'amore potrà ribaltare, mutando le sorti in modo del tutto imprevedibile.

Benvenuti al Cirque des Rêves, cari rêveurs, il cancello apre al Crepuscolo e chiude all'Aurora e quel che è reale in realtà è illusione e ciò che vi sembra illusione è realtà, poichè non c'è niente di impossibile. Attenzione però a voi che non credete, voi che ridete e non ascoltate, voi che non fate attenzione, le Bateleur vi condurra nel mondo dell'onirico, tra tendoni in bianco e nero dove lo spettacolo esige che voi crediate a ciò che vedete. Ed il tempo scandito dal Wunschtraum sembrerà volare via come polvere.
Celia e Marco, così misteriosi eppure così vivi e passionali; Poppet e Widget, il futuro ed il passato; personaggi incantevoli che si incastrano alla perfezione tra loro perchè pezzi perfetti di un puzzle dalle sfumature contrastanti.
Indimenticabile.
Non è una storia banale, non è come nessun altra lettura che possiate immaginare. E' inspiegabile perchè le parole non basterebbero.
Il circo arriva inaspettato, e non lo si dimentica più.



 photo FirmaLD_zpsaba3de10.png

0 commenti:

Posta un commento

Per favore lascia un commento :) In alternativa puoi contattarmi via e-mail Grazie!

Ti va di interagire?


Diventa follower!

Seguimi su Facebook

Archivio del blog

Blogroll

Dove acquisto?

Ultimi commenti



I visitatori