19 aprile 2013

Gatti, merletti e chicchi di caffè. (Anjali Banerjee)


Titolo: Gatti, merletti e chicchi di caffè
Titolo originale: Enchanting Lily
Autore: Anjali Banerjee
Edizione: Rizzoli
Pagine: 252
Prezzo: 14,00€

Il mio voto:




A soli 39 anni Lily ha già imparato che esistono dolori da cui non c'è riparo. Da quando suo marito Josh è morto in un incidente stradale, si è iscritta a gruppi di autoaiuto, ha provato a uscire con altri uomini e a frequentare di più le amiche. Poi ha deciso di fare l'unica cosa possibile: partire. Ha stipato il bagagliaio del furgone con meravigliosi abiti disegnati da Josh e si è lasciata San Francisco alle spalle. Per sempre. Lily ancora non lo sa, ma la sua destinazione è Shelter Island, un'isola brumosa al largo di Seattle. E qui, vicino alla Libreria di Jasmine, si imbatte nella casa dei suoi sogni: un cottage vittoriano color burro con le persiane bianche e la veranda blu. Il posto perfetto dove aprire il suo negozio di abiti vintage. Il posto perfetto per ricominciare. Micina è una randagia cresciuta sull'isola, e non è una gatta qualsiasi. Nei granelli di polvere che volteggiano dentro la luce vede cose che gli umani non sanno immaginare: gli spettri del passato e forse anche la forma del futuro. Come Lily, cerca un luogo dove fermarsi e qualcuno da amare. Ben presto Micina diventa una presenza fissa della boutique "C'era una Volta". Non può parlare, ma intuisce i desideri più segreti delle clienti e riesce sempre a suggerire l'abito giusto.


La mia opinione

Semplicità, un tocco di magia, la malinconia dei ricordi. Questo potrebbe essere il sottotitolo di Gatti, merletti e chicchi di caffè. E'un libricino carino che corre leggero, la narrazione si alterna tra Lily, la protagonista, e Micina, la bella gattona dal potere di "leggere i cuori". Ed è proprio quest'ultima a dare quel tocco di speciale a tutto il racconto. Spiriti vagabondi legati alle case, agli abiti, alle persone...ciò che il nostro occhio non vede per i nostri animali domestici sono ombre che si aggirano indisturbate.

 La perdita di un grande amore, la ricerca di una nuova potenziale felicità nelle piccole cose, sono gli ingredienti per un romanzo per certi versi surreale, ma per altri decisamente "normale". Ci sono stati dei punti forse un po' frettolosi, qualcuno trascurato in favore di altri, ma si sa, un po' di incompletezza lascia più spazio all'immaginazione.

<<Il passato si intrufola come un gatto randagio nel presente, lasciando impronte di ricordi sparpagliate>>

Accendete il fuoco, fate sobbollire dell'acqua, scegliete un the aromatico ma molto dolce; versatevi il tutto in una bella tazzona e lasciate raffreddare vista la bella stagione. Afferrate il libro, uscite in giardino, sdraiatevi sul prato e lasciatevi baciare dal sole mentre sfogliate le pagine leggere di Anjali Banerjee.



 photo FirmaLD_zpsaba3de10.png

3 commenti:

  1. Potrebbe essere una bella lettura primaverile ^-^ Grazie per il consiglio!

    RispondiElimina
  2. Ciao! Sono nuova di qui e devo ambientarmi, ma mi piace moltissimo questa atmosfera primaverile.
    Spero che le prossime vacanze mi consentano di recuperare anche questa lettura, che sembra proprio adatta a rilassarsi un po'. =)

    RispondiElimina

Per favore lascia un commento :) In alternativa puoi contattarmi via e-mail Grazie!

Ti va di interagire?


Diventa follower!

Seguimi su Facebook

Archivio del blog

Blogroll

Dove acquisto?

Ultimi commenti



I visitatori